Bianca dentro: è nera solo fuori la penna di Marco Polani.

15218751_1739329693054476_2039707350_nBianco, un colore. Purezza e purificazione; il punto di partenza dal quale imbrattarsi, quello di arrivo dopo una passata di spugna.

Sorge all’insegna del bianco il nuovo progetto di Marco Polani, albeggia alla luce del proprio indagare, intinge pagine intatte nell’ introspezione.

Si rivolge alla madre, nasce e risorge; è la terra di mezzo tra vissuto e espiazione.

Non si nasconde ma si rivela, scolora i ricordi in una nuova crezione.

La raccolta di poesie, sbiadita sugli scaffali, macchiata di vino e malinconia, è reperibile sul sito del giovane scrittore www.marcopolani.it. Sfogliarla non sporca, sfogliarsi depura: e ”Bianca dentro” diventa dei colori che vuoi.

Di seguito la poesia che apre la raccolta, -che non a rigor d’ordine è la mia preferita (ndr.)

Semplice come non separarsi mai più
puoi andartene domani
forse l’hai già fatto ieri
ma io non dirò più
che mi sento solo
e che piove
e che arriva l’inverno

e non ti chiamerò più
stella
o luce

e nessuno canterà più per te
e non ci saranno più catene tese
tra te e me

se ci pensi bene è facile,
è solo un non ci rivedremo mai più
sono giorni che mi esercito a ripeterlo allo specchio

mi sembrava così semplice dirtelo ieri
come mi sembrava semplice
non separarci mai.

Curry, Senza categoria

Informazioni su navelmagazine

Navel è un magazine fresco di nascita dall'impronta giovane e innovativa, portato avanti da un'appassionata di cinema e uno spirito vagante tra costume e società, che assieme gestiscono un volenteroso gruppo di appassionati che si diletta nell'aggiornarci con le notizie più interessanti, strambe e nuove. Il risultato è il primo passo per una new generation nel settore editoriale.

Precedente SottoSopra: Le pose scomposte di Kimber Beck. Successivo Monili spezzati: i gioielli concettuali di Laura Forte.